Le chiese di Talamone


Chiesa della Madonna delle Grazie:

La chiesa sorse come cappella rurale nel corso del Seicento, per consentire la sosta di preghiera ai viaggiatori che giungevano a Talamone attraverso la vicina Aurelia Antica, che all’epoca correva parallela più a ovest rispetto al tracciato attuale.

In seguito furono costruiti anche altri edifici attigui alla chiesa, originariamente collegati e funzionali ad essa, e trasformati nel corso del tempo in strutture abitative di tipo rurale, con alcune ristrutturazioni e aggiunte posticce che però non hanno intaccato l’originario aspetto dell’edificio religioso che si era venuto a trovare incorporato tra di essi.

La chiesa della Madonna delle Grazie si affaccia col prospetto anteriore perpendicolarmente al decorso della strada provinciale presso cui sorge. La facciata propriamente detta è preceduta da un porticato con tre ordini di archi di eguale ampiezza, sui quali trova appoggio il frontone sommitale di forma triangolare che delimita nel complesso il pronao: mentre le due arcate laterali poggiano su muri di base, quello centrale è aperto per consentire l’accesso all’interno del porticato, che è completato su ciascun lato da un’altra arcata.

Il porticato nasconde la facciata propriamente detta, col portale d’ingresso centrale ad arco ribassato, affiancato da due finestre laterali che si aprono come monofore ad arco tondo, che in passato consentivano la preghiera anche dall’esterno dell’edificio religioso; un’altra finestra si apre centralmente nella parte superiore della facciata al di sopra del portale. L’area absidale è rimasta addossata esternamente ad un edificio poderale.

La chiesa si caratterizza per la presenza di un campanile a vela che si eleva trovando come base di appoggio la parte anteriore destra del tetto di copertura, in posizione retrograda rispetto alla facciata. Il campanile presenta la cella campanaria che si apre al centro come una piccola monofora ad arco, sovrastata a sua volta nella parte sommitale da un timpano triangolare.

L’interno è ad aula unica, stilisticamente simile alle altre cappelle rurali della zona risalenti a tale periodo, pur essendo riconoscibile, nel complesso, l’influenza prevalente del barocco senese.

 

Chiesa di Santa Maria Assunta:

La chiesa di Santa Maria Assunta è un edificio sacro situato a Talamone,nel comune di Orbetello.

Venne eretta nel 1374, su un edificio di culto del V secolo a.C., e fu radicalmente modificata nel Seicento con l’aggiunta di due navate laterali.

Del nucleo trecentesco resta la facciata centrale, in travertino, con ricco portale sormontato da una fascia decorata e da un grande rosone cimato da una nicchia con il busto di San Benedetto. All’interno, un affresco del XV secolo raffigurante la cosiddetta “Madonna di Costantinopoli” e al centro del presbiterio un altro affresco con la “Madonna con il Bambino tra San Pietro e San Paolo”, di scuola senese, della fine del XV secolo. Da notare anche un prezioso coro ligneo del 1614 e un bel paliotto marmoreo riquadrato da incisioni in bassorilievo di simbologia benedettina.

  • Delicious
  • Facebook
  • Twitter
  • RSS Feed
  • Google
  • Digg
  • LinkedIn
  • Technorati

Lascia un commento