Le “Terre della Maremma” incontrano la Cina di Expo: firmato l’accordo di interscambio commerciale con le imprese maremmane


Le realtà produttive della Maremma toscana e laziale verso il mercato cinese. Se ne è parlato venerdì 10 aprile  all’Auditorium di Orbetello con “Terre della Maremma incontra la Cina di Expo”, l’incontro istituzionale tra l’amministrazione capofila dell’associazione Terre della Maremma, Orbetello, i rappresentanti di tutti i comuni consociati, e Zhang Gang, segretario generale dell’Aici, associazione delle imprese di Cina in Italia, delegato dal suo Paese ad Expo 2015 per rappresentare le aziende del settore agro-alimentare.

Il momento più importante è stato la firma del protocollo d’intesa per interscambi commerciali con le imprese dell’agroalimentare del territorio.

 “Si tratta di un’opportunità unica nel panorama della promozione dei prodotti maremmani in Cina – commenta Marcello Stoppa, vicesindaco di Orbetello -. È una vera e propria corsia preferenziale che permette alle eccellenze del nostro territorio di raggiungere uno dei mercati più importanti del mondo, senza il bisogno di districarsi nella complicata burocrazia del posto o perdersi nel mare magnum della proposta commerciale”.IMG-20150410-WA0001

 Erano presenti tutti i sindaci dei venti Comuni della Provincia di Grosseto e della Provincia di Viterbo aderenti all’Associazione e una delegazione di Aziende dei rispettivi territori selezionati dagli stessi Comuni, i Presidenti delle Province di Grosseto e di Viterbo e i Presidenti delle rispettive Camere di Commercio.

Terre della Maremma nasce nel 2005 ed abbraccia i comuni di Capalbio, Isola del Giglio, Magliano in Toscana, Manciano, Monte Argentario, Orbetello, Sorano e Scansano in bassa Toscana e dei Comuni di Arlena di Castro, Canino, Capodimonte, Cellere, Ischia di Castro, Montalto di Castro, Tarquinia, Tuscania, Valentano, Farnese e Tessennano.

Scopo principale dell’Associazione è quello di diffondere il generale interesse per  il turismo, il territorio e la sua cultura, per favorire le forme di accoglienza ed informazioni turistiche attraverso una serie di iniziative e progetti promozionali  con riferimento  al turismo nazionale e internazionale.

 Un’area molto estesa facente parte in tempi remoti di un’identità territoriale unica, pur con l’avvicendamento della presenza e il dominio di popoli diversi, fino a risultare divisa dal confine dello Stato della Chiesa e del Granducato di Toscana e, in epoca recente, dalla istituzione delle  Regioni Lazio e Toscana.

  • Delicious
  • Facebook
  • Twitter
  • RSS Feed
  • Google
  • Digg
  • LinkedIn
  • Technorati

Lascia un commento