Nasce in Maremma il progetto freeHANDlee: la nuova economia condivisa


GROSSETO – Con l’evento esclusivo “The FreeWay of Sharing”, parte dalla Toscana la prima tappa europea dell’associazione freeHANDlee, ideata a Grosseto e fondata alle Isole Canarie da un gruppo di menti italiane. Negli ultimi anni si stanno moltiplicando le piattaforme collaborative, lo stato precario dell’economia, infatti, ha indotto le persone a cambiare comportamento nel cercare soluzioni e possibilità. «Le persone…uniche, complesse, autentiche, sono il centro della nostra attenzione – spiega Pasquale Solinas, fondatore e presidente di freeHANDlee -. Con loro ci confrontiamo in modo serio e costruttivo per comprenderne le esigenze quotidiane e proporre soluzioni valide».

I fondatori di freeHANDlee

«Spesso la creatività si esprime quando si instaurano una serie di connessioni che generano piccole scintille da cui scaturisce l’esplosione di un’idea – aggiunge il communication organizer Fabio de Witt -. Abbiamo visto così prendere vita una nuova forma di economia basata sullo scambio e sulla condivisione dei beni, che non identifica solo il bisogno delle persone e delle famiglie alle quali offre servizi e vantaggi economici, ma anche un nuovo modo di stare insieme».

E’ la spinta dal basso, promossa dal cittadino che, attraverso i moderni strumenti offerti da Internet e dal Web 2.0, socializza, consuma, condivide. Un modo per realizzarsi come parte di un gruppo, instaurando legami e partecipazione. Su questo aspetto freeHANDlee fonda il suo progetto e crea una community che supera il concetto di “soddisfazione del bisogno”, promuovendo principi e valori attraverso il coinvolgimento di ogni singola persona in una nuova visione del consumo collaborativo e della condivisione. Un’idea italiana e sviluppata all’estero per un preciso motivo: «Le Isole Canarie, europee ma al centro di rotte internazionali, sostengono e promuovono progetti innovativi – chiarisce Federico Pesiri, legal and tax advice dell’associazione -. Quello di freeHANDlee ha subito catturato l’interesse degli enti governativi, che ne hanno compreso la validità».

L’associazione è unita in esclusiva a Waytogoon, il primo portale al mondo di shopping online che condivide e ridistribuisce tra tutti gli associati una parte importante dei propri margini. Una realtà capace di modificare le regole del commercio e diventare un modello di vita. «Dietro ad ogni grande progetto – puntualizza il member support organizer Giacomo Sclano -, anche se talvolta invisibili, la collaborazione e l’interazione del gruppo, potenziate da un ideale, giocano un ruolo fondamentale». Tutto questo rappresenta una novità assoluta, una più che valida risposta alla crisi.

L’Evento di presentazione è in programma sabato 7 marzo a Pisa, presso l’Hotel Galilei, in via Darsena 1. Il via alle 16:30 con una “Tavola rotonda” alla quale parteciperanno Pasquale Solinas (Founder and President freeHANDlee), Fabio de Witt (Communication Organizer), Federico Pesiri (Legal and Tax Advice Organizer) e Giacomo Sclano (Member Support Organizer). Un dialogo a più voci che presenterà i punti fondamentali del progetto: la New Sharing Economy di freeHANDlee, i suoi vantaggi, la community e la filosofia, anima dell’associazione. Concluderà l’incontro un momento di confronto per approfondimenti ed eventuali domande.

La partecipazione all’evento avviene tramite iscrizione che può essere effettuata nel sito dell’associazione (www.freehandlee.com), compilando il form di contatto situato nel post dell’evento, in home page. Le iscrizioni sono aperte fino alle 16:00 di venerdì 6 marzo. “The FreeWay of Sharing” è un occasione davvero unica e speciale per capire come trasformare le proprie esigenze in benefici personali e familiari.

  • Delicious
  • Facebook
  • Twitter
  • RSS Feed
  • Google
  • Digg
  • LinkedIn
  • Technorati

Lascia un commento